Temi
Cerca
Home
Autori - Castorina Santo

CastelloSanto Castorina  

Le vestigia romane sul castello di Aci

Più volte è stato sostenuto che in età romana la rupe su cui oggi si erge il castello normanno di Aci abbia ospitato un fortilizio per il controllo della costa e a difesa dell'abitato sviluppatosi alle sue spalle. Anche se la sua edificazione originaria risale sicuramente ad età greca, un chiaro indizio della sua esistenza nel periodo delle Guerre Puniche ci è fornito da un frammento della Bibliotheca di Diodoro Siculo, che parla delle operazioni militari condotte da Amilcare Barca contro le città siciliane alleate di Roma, frammento che trova un riscontro nel De bello punico di Silio Italico che, descrivendo le città della Sicilia, cita Acis sulla costa orientale dell'isola. (da: Agorà, n. 3, 2000). 

Leggi tutto...

 
Autori - Grippaldi Fabio

BibSSFabio Grippaldi 

L'albero: congiunzione tra cielo e terra di San Sebastiano 

Fin dalla sua comparsa sulla terra, l'uomo ha sentito l'esigenza di creare simboli e immagini per dare materia a ciò che di immateriale e inspiegabile girava intorno a lui: dalle forze della natura a ciò che gli permetteva, in maniera esplicita o implicita, la sopravvivenza della sua specie. (Da: Basilica Collegiata San Sebastiano Martire Acireale, San Sebastiano tra Fede e Folclore, 2011). 

Leggi tutto...

 
Immagini - Immagini Album

 San Sebastiano Puzzle 01

 

 
Autori - Castorina Santo

SanNicolawpSanto Castorina  

Il San Nicola di Mira di Aci San Filippo

L'insistenza con la quale. da qualche tempo. viene divulgata nel quotidiano locale la notizia della presenza di un dipinto di Antonello da Messina nella chiesa Madre di Aci San Filippo e, con più precisione nel Museo intitolato al Pontefice Emerito Benedetto XVI ospitato. dopo la ristrutturazione in alcuni ambienti. nella torre campanaria del Sacro Edificio, ci spinge a dare delle precisazioni sul tema. (da: Agorà, n. 52, 2015).

 

Leggi tutto...

 
Autori - Patanè Antonio

neveAntonio Patanè   

I Di Giovanni (1641-1700) Principi di Trecastagni, baroni di Pedara e signori di Viagrande

Nella prima metà del secolo XVII, il sovrano spagnolo Filippo IV, costretto da impellenti necessità di denaro occorrente per le sue continue operazioni belliche su vari fronti, cominciò a vendere nei suoi grandi possedimenti sparsi ovunque in Europa, tutto ciò che si poteva vendere ed anche quello che non si poteva vendere, paradosso nascente dalle urgenti direttive provenienti da Madrid. La Sicilia rientrò in questo mercimonio di vendite di feudi, di titoli nobiliari, di casali ed onorificienze, di cui furono controparte attiva alcuni intraprendenti e spregiudicati banchieri genovesi, fra cui ricordiamo Giovan Andrea Massa, Vincenzo Giustiniani, lo Scribani, il Costa, il Vigo. (da: La Freccia Verde on line, Anno XI, n. 79, 2002)

Leggi tutto...

 
Notizie - Eventi

 

 
Autori - Fichera Alfio

post15Fichera Alfio

Berline e postiglioni nella storia acese

La limitazione del consumo di carburante, che lo stato di emergenza impone, ha rivalutato la vecchia carrozzella ed il nobile quadrupede che la tira. Abbiamo visto nella nostra città i vetusti veicoli da noleggio ritornare di moda, e le lunghe e disperanti sieste sotto l'arco del palazzo vescovile e nella piazza Lionardo Vigo sono diventate brevi soste per dar riposo alla bestia, ed abbiamo visto pure carrozze padronali e carrozzini rimessi a nuovo, lucidi di pulitura recente, passare veloci tirati da intrepidi corsieri. (da: Alfio Fichera, Cronache e Memorie, l'anima di Acireale nel tempo, scritti raccolti da C. Cosentini, Acc. degli Zelanti acireale, 1971)

Leggi tutto...

 
Autori - Bella Saro

SLuc2016 3Saro Bella 

Il Quartiere di Santa Lucia, il Terremoto e la Ricostruzione

“L’unnici di innaru a vintin’ura a Jaci senza sono s’abballava cu’ sutta li petri, cu’ sutta li mura e cu’ misiricordia chiamava. Santa Vennira, nostra prutittura, sutta di lu so’ mantu ni sarvava”. L’antico detto popolare, ancora oggi tramandato, testimonia la lunga persistenza nella memoria collettiva del più forte evento sismico avvenuto in Italia negli ultimi mille anni. Per vastità dell’area colpita, per il numero di vittime e la gravità dei danni provocati, Il terremoto del gennaio 1693 è annoverato tra i più distruttivi della storia sismica italiana. (da: La Festa del 13 dicembre 2016 a cura della Arcipretura parrocchiale di Aci Santa Lucia)

Leggi tutto...

 
Tot. visite contenuti : 371056

Questo sito utilizza i cookie per fornire migliori servizi ed esperienze agli utenti. Se decidi di continuare la navigazione ne accetti il loro uso.

Maggiori Informazioni

 

Link Storiofiliaci

Aciww1p

fotoCatefotoSant

 

DipCaDipSd

 

CappSvStarter

  

breg