Temi
Cerca

Metti "mi piace" e condividi la pagina di storiofiliAci su FB per essere informato sui nuovi articoli di tuo interesse.

Home
Autori - Donato Matteo

DivisioneMatteo Donato 

Nuovo contributo sulla divisione dei Casali di Jaci

Il 20 luglio 1642 ai giurati che costituivano il consiglio della citta di Aci SS. Antonio e Filippo l'orizzonte cittadino si presentava tuttaltro che sereno. Nell'aria si respirava disillusione e amarezza, ma c'era ancora volontà di controbattere le ultime negative disposizioni governative, per quanto i segni della propria inadeguatezza di fronte al forte avversario fossero tangibili. Era accaduto che dopo la grande felicita del dicembre 1639 per il conseguimento della separazione da Aci Aquilia (Acireale). la nuova policentrica città, nata a seguito della divisione dell'universita di laci nel luglio del 1640, iniziasse il suo cammino tutto in salita. (da: Memorie e Rendiconti dell'Accademia di Scienze, Lettere e Belle Arti degli Zelanti e dei Dafnici, Serie V, vol VI, 2007)

 

Leggi tutto...

 
Autori - Fichera Antonino

PegaAntonino Fichera  

Aci, la via Valeria e la sua mansio

Lo Itinerarium provinciarum Antonini Augusti, è un'opera geografica compilata nel primo secolo dopo Cristo per volontà dell'Imperatore Antonino Pio (86 - 161 d.C.). Esso venne aggiornato ed accresciuto fino all'età di Costantino. Accoglie nel suo testo tutte le vie di grande comunicazione dell'impero romano, e vi sono elencate ben 372 strade che, partendo da Roma e attraversando l'intera penisola, si spingevano al di là delle Alpi, nelle provincie oltremontane ed in Britannia, sviluppandosi su un percorso di 53.638 miglia; vi sono pure indicate tutte le stazioni di tappa e le distanze tra l'una fermata e l'altra. (da: Agorà n. 2, 2000) 

Leggi tutto...

 
Autori - Voce dell'Jonio

vdj

Vdj2

 

 

 

 

Leggi tutto...

 
Autori - Pennisi Salvatore

NelloPennisiPNello Pennisi

Il più bel Carnevale di Sicilia

Narra la leggenda che Satana, stanco di star sempre rinchiuso nel suo oscuro regno, abbia deciso un giorno di visitare il mondo e nel contempo di godersene le delizie. Fu così che quel giorno, tra i luoghi più belli, scelse la Sicilia.
La Sicilia! Terra magnifica, munificentissima, opulentissima; terra d'incanti, piena di sole, di calore, di intenso amore; terra immensamente bella. Fontana luminosa di un mare luminoso. E Satana percorse la Sicilia, tutta. Città, paesi, villaggi, borghi, grandi e piccoli, tutti, senza tralasciarne alcuno. Ultima tappa del suo girovagare: qui.

Leggi tutto...

 
Autori - Saporita Felice

VitiFinoFelice Saporita    

Un omaggio a Vito Finocchiaro       

Alla pagina 419 dell'Elenco telefonico, tra i tanti nomi di utenti, si legge "Vito Finocchiaro - Giornalista": è un omaggio alia memoria che la famiglia. e in special modo Rosetta, con squisito sentimento, vuole ancora proporre. Anche il Lions Club Acireale ha ricordato ed onorato Vito Finocchiaro. raccogliendo nel volume "Pagine del Cronista" (Galatea Editrice - 2004) gli ultimi suoi scritti giornalistici. (da: Memorie e Rendiconti dell'Accademia di Scienze, Lettere e Belle Arti degli Zelanti e dei Dafnici, Serie V, Vol II, 2003)

 

Leggi tutto...

 
Autori - Castorina Santo

CastelloSanto Castorina  

Le vestigia romane sul castello di Aci

Più volte è stato sostenuto che in età romana la rupe su cui oggi si erge il castello normanno di Aci abbia ospitato un fortilizio per il controllo della costa e a difesa dell'abitato sviluppatosi alle sue spalle. Anche se la sua edificazione originaria risale sicuramente ad età greca, un chiaro indizio della sua esistenza nel periodo delle Guerre Puniche ci è fornito da un frammento della Bibliotheca di Diodoro Siculo, che parla delle operazioni militari condotte da Amilcare Barca contro le città siciliane alleate di Roma, frammento che trova un riscontro nel De bello punico di Silio Italico che, descrivendo le città della Sicilia, cita Acis sulla costa orientale dell'isola. (da: Agorà, n. 3, 2000). 

Leggi tutto...

 
Autori - Grippaldi Fabio

BibSSFabio Grippaldi 

L'albero: congiunzione tra cielo e terra di San Sebastiano 

Fin dalla sua comparsa sulla terra, l'uomo ha sentito l'esigenza di creare simboli e immagini per dare materia a ciò che di immateriale e inspiegabile girava intorno a lui: dalle forze della natura a ciò che gli permetteva, in maniera esplicita o implicita, la sopravvivenza della sua specie. (Da: Basilica Collegiata San Sebastiano Martire Acireale, San Sebastiano tra Fede e Folclore, 2011). 

Leggi tutto...

 
Immagini - Immagini Album

 San Sebastiano Puzzle 01

 

 
Tot. visite contenuti : 455893

Questo sito utilizza i cookie per fornire migliori servizi ed esperienze agli utenti. Se decidi di continuare la navigazione ne accetti il loro uso.

Maggiori Informazioni

 

Link Storiofiliaci

Aciww1p

fotoCatefotoSant

 

DipCaDipSd

 

CappSvStarter

  

breg